• Progetto fisica v2.0

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0
     
  • Progetto fisica v2.0: Ottica fisica

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: Ottica fisica
     
  • Progetto fisica v2.0: Strumenti ottici

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: Strumenti ottici
     
  • Progetto fisica v2.0: Ottica geometrica

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: Ottica geometrica
     
  • Progetto fisica v2.0: Le onde

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: Le onde
     
  • Progetto fisica v2.0: I fluidi

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: I fluidi
     
  • Progetto fisica v2.0: La gravitazione

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: La gravitazione
     
  • Progetto fisica v2.0: Moto Armonico

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: Moto Armonico
     
  • Progetto fisica v2.0: I moti rotazionali

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: I moti rotazionali
     
  • Progetto fisica v2.0: Momenti ed Equilibrio

    Sta per iniziare un viaggio nel mondo delle leggi che regolano la natura di ciò che ci circonda, sei pronto per quello che ti attende?

    Progetto fisica v2.0: Momenti ed Equilibrio
     

Benvenuti nella homepage del Progetto Fisica v2.0! Questo progetto è nato con l’intenzione di fornire un compendio di appunti strutturati e completi riguardanti il programma di fisica trattato durante l’anno scolastico 2012-2013 nella classe 4°A, facendo ampio uso di supporti multimediali e interattivi al fine di favorire una migliore comprensione anche degli argomenti più complicati e di difficile interpretazione.

Questo progetto introduce delle grandi novità sia a livello didattico che strutturale, in quanto grazie alle potenzialità di un’accurata combinazione di HTML, Java, JavaScript, LaTeX, PHP e Css (alcuni dei linguaggi di programmazione maggiormente affermati nel mondo della rete) siamo riusciti a superare le tipiche barriere di portabilità relative alla diffusione di contenuti su piattaforme multimediali. Che ora si utilizzi un Pc, un Mac, un iPad, uno smartphone o addirittura un televisore connesso a internet, sarà possibile studiare fisica in modo intuitivo e con font e immagini con il cosiddetto Fluid Layout, ovvero i contenuti delle pagine saranno in grado di adattarsi alla dimensione e alla risoluzione dello schermo, modificando in modo automatico i propri caratteri per non sforzare la vista durante la lettura.

Siamo felici di poter affermare che tutto quello che è incluso in questo sito è frutto del lavoro di noi studenti, e che nulla è stato copiato di pari passo da fonti esterne; la struttura degli argomenti trattati rispecchia l’ordine con cui è stato proposto alla classe e le immagini qui presentate sono liberamente ispirate a quelle mostrateci dal professor G.Bosco (insegnante di fisica in 4°A presso il Liceo Scientifico F.Vercelli) e dal libro di testo da noi adottato (Corso di Fisica di WALKER, ed. linx), e che ogni argomento è stato rielaborato in ottica di semplificarne il contenuto e rendere le nozioni chiave immediatamente raggiungibili e assimilabili.

Nel corso dell’opera, dove ritenuto più importante, abbiamo fornito degli esempi interattivi: per una migliore fruizione raccomandiamo l’installazione di java; è altresì possibile usufruire di una versione html5 (compatibile con ogni dispositivo e browser) degli stessi, che si attiverà automaticamente qualora java non venga rilevato, ma risulterà meno fluida.

L’esperienza è stata molto costruttiva in quanto dall’inizio dello sviluppo del progetto ad oggi siamo diventati molto più esperti nei mezzi che abbiamo utilizzato durante il corso dell’opera: desideriamo quindi mostrare alcuni dei retroscena del Progetto Fisica v2.0 e degli strumenti che hanno permesso la realizzazione dell’opera.

 -La principale piattaforma di cui ci siamo serviti, senza la quale non sarebbe stato possibile creare il sito web, è WordPress: progetto freeware per la realizzazione dei siti web. Esso è stato integrato di svariati plugins, principalmente volti all’impaginazione e alla rappresentazione grafica delle formule.

 -Altro programma con cui abbiamo lavorato fin dall’inizio è Geogebra, esso ha permesso la realizzazione delle applet java e di alcuni dei primi disegni che abbiamo realizzato (appartenenti alla sezione dei fluidi), esso è stato lentamente accantonato a favore di soluzioni più professionali, di cui parleremo più avanti, poiché non permetteva l’elaborazione di immagini abbastanza accattivanti. Pertanto esso è stato all’inizio utilizzato insieme a Photoshop per la gestione del colore e poi definitivamente abbandonato a favore di Illustrator

 –MathType è stato forse il programma su cui abbiamo fatto più affidamento nel corso dell’opera: può sembrare un problema minore ma scrivere le equazioni delle leggi della fisica sarebbe risultato molto difficile se non ci fossimo serviti di questo grandioso programma che permette di realizzare una versione grafica delle formule e poi di convertirle in formato LaTeX cosicché esse possano essere interpretate da un browser.

 –Photoshop è indubbiamente uno dei programmi leader dell’editing delle immagini ed è servito per l’editaggio di quasi tutte le immagini, e grazie alla sua avanzata gestione del colore e la sua possibilità di esportare alcuni dei suoi effetti in una corrispondente versione Css, siamo riusciti ad ottenere effetti grafici per quanto riguarda le immagini nel sito (alias la cornice alle foto, l’ombra e anche gli effetti di colore come il simil-vetro delle lenti) che fino a pochi anni fa sarebbero stati difficilissimi da realizzare se non con particolari conoscenze specifiche.

 -Verso la fine del progetto, in concomitanza con la nostra migliorata padronanza degli strumenti, siamo passati a realizzare  i contenuti visivi con Illustrator (anch’esso come photoshop programma di casa adobe),programma che permette la realizzazione di immagini vettoriali a livello professionale (lo stesso software usato per le illustrazioni dei libri di testo e delle locandine dei film e concerti che vediamo in giro per strada), in questo modo la qualità complessiva del progetto è migliorata, in quanto la peculiarità delle immagini vettoriali consiste nel poter essere ridimensionate senza perdere di qualità, cosicché esse possano meglio integrarsi nelle pagine e favorire la portabilità su diverse piattaforme del progetto.

 -Altri programmi di cui abbiamo fatto uso meno evidente, seppur fondamentale, sono Dreamweaver, Dev-Cpp e File Zilla, programmi che sono serviti a programmare alcune parti del sito web (non disponibili in partenza nell’installazione di wordpress) quali il supporto all’integrazione degli applet di GeoGebra, tutto il sistema dedicato all’impalcatura parallela Java-HTML5 per quanto riguarda molti dei contenuti presenti nel sito al fine che essi possano essere visti anche dai supporti che non sono dotati di Java, una parte significativa della sicurezza del sito web è stata inoltre impiantata in questo modo per proteggere il sito da attacchi informatici e prevenire il rischio di Symlink (Symbolik Linking), affinché l’utente possa navigare con una maggiore sicurezza sul sito web; inoltre ci siamo serviti di programmi di editing video per fare i due esempi presentati nella sezione dedicata all’effetto doppler.

Per concludere vi auguriamo una buona esperienza sulle pagine che abbiamo scritto, e, se troverete interessanti e utili queste pagine, e vi interesserete a leggerle, divertendovi anche solo la metà di quanto ci siamo divertiti noi a scriverle, allora non resterete delusi dalla esperienza che vi attende, anzi troverete degli spunti e delle osservazioni interessanti, e del materiale aggiunto rispetto al programma scolastico tradizionale che potreste non trovare altrove!